Centro servizi
+39 049 6225 410
kanten_kantensortiment_light
Il più grande assortimento di bordi in Europa
kanten_1m_light
Bordi in ogni lunghezza a partire da 1 metro
Tutti gli articoli a magazzino ordinati entro le ore 16:00 vengono consegnati nel giro di 24 ore.
Contattateci
Accessorio necessario
Attenzione!
Per la lavorazione dell’articolo selezionato necessitate anche dei seguenti prodotti:
Menù
Servizi
Bordi in ABS
Bordi melaminici
Bordi in vero legno
Bordi in alluminio
Bordi in PP
Bordi nervati
Bordi di fissaggio
Bordi acrilici
Bordi di base
Bordi in PVC
Adesivi termoplastici
Maniglie e pomoli
Maniglie a incasso
Maniglioni
Guardaroba
Aste / corrimani
Furniture Linoleum
Pannelli Sibu design
Decori forniti in rotolo
Pannelli in vero legno
Pannelli in vetroresina (GFK)
Rivestimento in pietra
Pannelli accenti
Sistemi di giunzione
Sistemi per piedi regolabili
Profili di raccordo parete
Profili tecnici
Serrandine per mobili
Ruote
Piedini per mobili
Ferramenta per tavoli
Organizzazione dell’ufficio
Sistemi di separazione dei rifiuti
Sistemi pannello posteriore-nicchie
Sistemi di scaffalature
Illuminazione
Lavorazione dei bordi
Colle
Antiagglomeranti, pulitori e scivolanti
Pellicole stabilizzante e di fondo
Materiale da imballaggio
Ritocco delle superfici
Levigare e lucidare
Attrezzi
Applicatori per colla
chiudi

Adesivi in dispersione

Da più di 50 anni gli adesivi in dispersione (colle viniliche) vengono utilizzati con successo in falegnameria nel lavoro quotidiano. Cosa si deve considerare nell'applicazione? Ostermann, lo specialista dei bordi, risponde alle domande più frequenti.

L'assortimento di Ostermann comprende un'ampia selezione di diversi adesivi. I numerosi falegnami addetti alla consulenza tecnica di vendita si confrontano di continuo con le domande più svariate derivanti dall'esperienza quotidiana. In stretta collaborazione con fornitori come Henkel e Jowat, nessun questito resta insoluto.

1. Quali sono le cause più comuni di un cattivo incollaggio?

Per un risultato perfetto, è necessario considerare una serie di passaggi, che vengono indicati nelle schede tecniche di ciascun prodotto. Se tali passaggi non vengono rispettati, l’incollaggio può risultare difettoso. Un errore comune è quello di superare il tempo aperto indicato. Se viene superato, ad esempio in caso di pezzi di grandi dimensioni, quando l'applicazione della colla richiede troppo tempo, non si ottiene la desiderata congiunzione stabile di entrambi i substrati. Un altro motivo di errore è il tempo minimo di pressatura. Sebbene questo sia indicato sulla scheda tecnica dei prodotti, è influenzato anche dal tipo di legno e dalla temperatura di pressatura. Legni duri e legni resinosi e oleosi richiedono ad esempio un tempo di pressatura più lungo.

effetto gesso2. Perché la temperatura ambiente può portare a difetti dell'incollaggio?

Il tempo aperto indicato sulle schede tecniche è dettato in conformità con la norma DIN EN 16556 sulla base di condizioni standard. In caso di temperatura ambiente fresca si allunga. A temperature superiori a 30°C, il tempo aperto è significativamente più breve. Una temperatura più alta di 10°C accorcia il tempo aperto di circa un terzo. Se l'adesivo si applica su pannelli freddi, si genera il cosiddetto "effetto gesso". L'adesivo diventa friabile una volta asciutto, presenta macchie di gesso e non ha alcun effetto aderente.

3. Gli adesivi in dispersione sono resistenti all'acqua?

La categorizzazione degli degli adesivi in dispersione avviene in condizioni standard in base alla loro resistenza all'acqua in 4 diverse classi di resistenza (da D1 a D4). La colla con una classificazione D1 viene utilizzata dove l'umidità del legno non sia superiore al 15%, la D2 dove l'umidità del legno non sia superiore al 18%, la D3 con esposizioni brevi all'umidità (ad es. per mobili da bagno) e la D4 con esposizioni lunghe all'acqua corrente (ad es.in piscina). D2 a D4 sono le classificazioni più comuni in Germania e in Europa. Per le applicazioni in aree esterne non riparate, si consiglia l'utilizzo dell'adesivo in dispersione di classe D4. In questo caso, tuttavia, bisogna prevedere un rivestimento superficiale adeguato sul materiale.

mescolare contenitori4. Cosa si deve considerare quando si utilizzano gli indurenti?

Affinché la dispersione e l'indurente formino una miscela omogenea, di solito è necessario mescolare efficacemente utilizzando contenitori piccoli per almeno 5 minuti. Per i contenitori di grandi dimensioni si è dimostrato indicato l'utilizzo di un trapano convenzionale con un accessorio a frusta disponibile in commercio. In questo caso la miscela dovrebbe essere mescolata più a lungo (regola generale: ogni 10 kg di colla mescolare per 5-10 minuti). La miscelazione non deve essere fatta troppo velocemente in ogni caso. Questo comprometterebbe la miscela e ne accorcerebbe notevolmente il tempo di lavorabilità. Durante la miscelazione meccanica, è importante osservare il senso di rotazione del trapano. Di norma, questo dovrebbe essere impostato in senso orario. Per allungare il tempo di lavorabilità, bisognerebbe sempre rimescolare la colla.

5. Perchè il valore del pH gioca un ruolo importante?

Gli adesivi in dispersione possono alterare il colore del legno. Ciò dipende dall'acidità degli adesivi, che può portare ad un'alterazione del colore del legno, in particolare nel caso di legni contenenti tannino. Le colle viniliche di classe D1 e D2 sono a pH neutro e non provocano scolorimento. Le classiche colle in dispersione di classe D3 hanno un valore del pH compreso tra 2,5 e 3,5 e sono quindi propriamente acide. Soprattutto quando si lavora con alcune specie di legni particolarmente soggetti ad alterazione del colore, come il ciliegio e l'acero, o anche con impiallacciature sottili, il pH acido può portare allo scolorimento del legno. Se e quanto velocemente un legno scolorisce dipende sempre dalla provenienza geografica da cui proviene il legno naturale. Anche il calore e le radiazione UV a cui è esposto il pezzo finito hanno un ruolo importante. Perciò esistono da circa 10 anni colle a pH neutro D3 con un valore compreso tra 5,0 e 7,0.

colore del legno6. Perché gli adesivi non dovrebbero venire a contatto con il ferro?

Se la colla in dispersione "acida" viene a contatto con il ferro, dopo l'applicazione il legno si colora della classica tinta blu. Pertanto, tutte le parti a contatto con l'adesivo devono essere realizzate in acciaio inossidabile (V2A / V4A) o in plastica. Quando si utilizza il trapano e la frusta, la frusta non deve avere scheggiature della vernice superficiale (no metallo nudo). Anche questo può causare una alterazione del colore del legno!